Alla fine del viale alberato a Cesole, a sinistra per chi viene dal fiabesco Ponte di Barche sul fiume Oglio, un viottolo dritto, in terra battuta, si perde in un campo di girasoli e … in questo bagliore di luce si… ”la Rovere”, un agriturismo un po’ particolare. E’ una presenza armoniosa, un frammento del passato mantovano che si odora di vita contadina quando suoni il campanello MariaRosa con la sua famiglia ti accoglie con discrezione ed hai la sensazione che l’ospite sia sacro.
L’ambiente è sobrio, caldo e vivo.
Una sequenza di colori e di profumi viene portata in tavola e sei coinvolto nell’incantesimo della cucina e della natura… si rimarrebbe lì ad aspettare l’alba.
L’estate porta via il riflesso del sole nei fiori, ma la tavolozza della Rovere è sempre ricca di verdi e di grigi: ne è testimone il vecchio grande salice da cortile.

MENU FESTA DELLA DONNA